Decreto del Dirigente Scolastico

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Preso atto dello stato di emergenza epidemiologica da coronavirus Covid-19, della necessità di applicare le disposizioni emanate dalle Autorità Competenti a tutela della salute del personale in servizio e dell’intera collettività, di contenere il più possibile gli spostamenti delle persone per ragioni lavorative, di evitare gli assembramenti nei luoghi pubblici e di lavoro, di seguire le indicazioni fornite dal Ministero della Salute al fine di contenere la diffusione dell’epidemia, stante la sospensione delle attività didattiche e ferma restando la necessità di assicurare il regolare funzionamento della Istituzione Scolastica


IL DIRIGENTE SCOLASTICO


Vista la nota M.I. 6 marzo 2020 n. 278
Visto il DPCM 8 marzo 2020
Vista la nota M.I. 8 marzo 2020 n. 279
Vista la nota M.I. 10 marzo 2020 n. 323
Visto l’art. 1256 c.2 del Codice Civile
Considerata la sospensione delle attività didattiche
Considerata l’emergenza in atto e la necessità di contenere il più possibile gli spostamenti fisici delle persone
Visto il DPCM dell’11 marzo 2020;
Visto il proprio Decreto prot. n. 3023 dell’11 marzo 2020;
Visto il proprio Decreto prot. n. 3050 del 12 marzo 2020;
Visto il proprio Decreto prot. n. 3073 del 13 marzo 2020;
Visto il proprio Decreto prot. n. 3100 del 14 marzo 2020;
Vista la direttiva n. 2/2020 del Ministro della Pubblica Amministrazione;
Visto il CCNL di categoria, la contrattazione Integrativa di Istituto;
Considerato che il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera in data 16 marzo 2020 al nuovo decreto legge sull’emergenza coronavirus che consente al Dirigente Scolastico di organizzare le attività da remoto e lasciare le scuole aperte solo per le attività “indifferibili” limitando, fino alla ripresa delle lezioni, al massimo le aperture degli edifici”;
Visto il Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18;Considerato  che il decreto-legge prevede che sino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 ovvero sino ad una data antecedente stabilita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, il lavoro agile è la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni di cui all’art.1 comma 2 del dlgs 165/2001  
Considerato che,  conseguentemente, le PA limitano la presenza del personale negli uffici per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro
Considerato che le PA prescindono dagli accordi individuali e dagli obblighi informativi previsti dagli articoli da 18 a 23 della legge 81/2017
Visto il piano delle attività proposto dal dsga;
Sentita la RSU e le organizzazioni sindacali;

 

DISPONE


1. La sospensione dei propri decreti prot. n.3023  dell’11/03/2020, prot. n. 3050 del 12 marzo 2020, prot. n. 3073 del 13 marzo 2020 e prot. n. 3100 del 14 marzo 2020 a decorrere dal 19 marzo 2020 e fino al 3 aprile 2020 (salvo ulteriori proroghe).
 
2. Di adottare il piano delle Attività proposto dal Direttore dei servizi amministrativi e generali come da Prot. n. n. 3185 (che in quanto tale diviene parte integrante della presente determina dirigenziale).
 
3. Di riorganizzare le modalità di erogazione del servizio scolastico secondo quanto di seguito indicato, nell’intento di limitare il più possibile gli spostamenti e ridurre il rischio di contatto con le altre persone a distanza inferiore a quella di sicurezza, a decorrere dal 19 marzo 2020 e fino al 3 aprile  2020 (salvo ulteriori proroghe).

a) Le richieste dell’utenza verranno soddisfatte, prioritariamente, con le modalità di seguito indicate:

Servizi di segreteria
Comunicazione al seguente indirizzo di posta elettronica:

 

psis01900l@istruzione.it

 

Nel messaggio dovrà essere descritta (sinteticamente) la specifica richiesta ed eventualmente indicato il numero di telefono al quale poter essere contattati dal personale di segreteria. Si può indirizzare la richiesta all’attenzione dello specifico ufficio che se ne occupa. Per i servizi connessi alla didattica e alla gestione degli alunni si prega di indicare nell’oggetto nome, cognome, classe dell’alunno.

Servizio di supporto alle attività di didattica a distanza
Comunicazione al seguente indirizzo di posta elettronica:

 

documentazione@isamengaroni.it

 

Nel messaggio dovrà essere descritta (sinteticamente) la specifica richiesta ed eventualmente indicato il numero di telefono al quale poter essere contattati dal personale tecnico. Si prega di indicare nell’oggetto nome, cognome, classe dell’alunno.

Contattare il dirigente
Comunicazione al seguente indirizzo di posta elettronica:

 

psis01900l@istruzione.it

 

Nell’oggetto, indirizzare all’attenzione del Dirigente Scolastico. Eventualmente, indicare il numero di telefono al quale si desidera essere contattati.

Per urgenze, chiamare il numero di telefono 

0721-31416

b) Le attività indifferibili che richiedano presenza del personale e/o accesso alla sede scolastica da parte dell’utenza, saranno garantite. Il Dirigente Scolastico disporrà la presenza del personale interessato.
 
c) L’accesso alla sede scolastica da parte dell’utenza (ad esempio per il ritiro di libri, la consegna di strumentazione informatica, etc.), sarà contingentato dal personale addetto, previa autorizzazione del Dirigente Scolastico.

d) Sulla linea telefonica di recapito dell’Istituto sarà attivo il servizio di trasferimento/deviazione di chiamata; sarà possibile contattare il centralino al numero 


0721-31416, 
dalle ore 8,30 alle ore 13,00.


e) Le comunicazioni al personale, agli studenti, alle famiglie ed agli interessati sono tramesse attraverso i consueti canali telematici adottati dall’Istituto:

“Comunicati di Segreteria Digitale”

“Bacheca” di “Classe Viva”

I servizi sono accessibili tramite i banner di collegamento presenti nell’homepage del sito web www.isamengaroni.edu.it

4. Il personale A.T.A. in servizio secondo il piano predisposto dal dsga, dovrà rimanere reperibile nel periodo della propria disponibilità per lo svolgimento di eventuali attività “indifferibili” che richiedano la prestazione del servizio in sede.

Le disposizioni di cui sopra si applicano ed hanno validità dal 19 marzo 2020 al 3 aprile  2020 (salvo ulteriori proroghe).

 

Il documento è allegato di seguito.

Allegati

Contatti

Contatore visite